Ilaria Rossi - Psicologa psicoterapeuta

Ansia: da fisiologica a patologica

 

L’ansia fa parte della vita: è premessa alla maturazione emozionale di ciascuno di noi. E. Borgna

differenza tra l’ansia normale e l’ansia patologica

Ansia: da fisiologica -normale – a patologica

L’ansia è un sentimento di minaccia, continuo o alternato, verso la propria integrità psicologica e fisica che pone la persona in una sensazione di attesa di un danno imminente, sempre possibile, ma non si sa da dove verrà e se e che in modo affrontarlo.

A livello di risposta dell’organismo a tale complessa e stratificata emozione emerge una reazione all’allarme di tipo adattivo/valutativo dell’organismo.

L’ansia è quindi finalizzata alla conservazione dell’individuo stesso. L’emozione di sentirsi in pericolo o  minacciati può riguardare la propria e altrui incolumità e gli avvenimenti che circondano la persona. L’ansia è una complessa combinazione di emozioni quali la paura,  l’apprensione e la preoccupazione. Essa rappresenta una condizione emotiva che anticipa il pericolo, preserva l’individuo dalle minacce ed è correlata ad un’attivazione sia del sistema fisiologico e sia del sistema psicologico, quali: dormire poco, avere la tachicardia, aumento della sudorazione, tremori e ipervigilanza.

Le reazioni comportamentali di attivazione possono essere l’attacco, la fuga e il freezing -congelamento-, ossia quest’ultimo rappresenta reazione primordiale del fingersi morto.

L’ansia può sembrare un emozione simile alla paura-il timore di qualcosa-, almeno nella reazione emotiva; esse sono invece,  stati d’animo differenti, in quanto la paura è uno stato emotivo che si vive in reazione al pensiero o alla presenza di una concretadeterminata minaccia alla persona, quindi non ignota. Mentre l’ansia (angoscia) rappresenta un’esperienza di inquietudine e di spaesamento che anticipa un pericolo in assenza di un  “oggetto” ben identificato. Essa nel tentativo di risolversi tende a concretizzarsi su un oggetto e diventare certezza, ossia si trasforma in paura.

Quindi l’ansia diviene lo sfondo di tante, piccole o grandi paure, che sono state rese concrete da essa stessa. Fino a certi livelli di intensità, l’ansia prepara la persona a fronteggiare una prova, infatti aumenta la motivazione e la concentrazione; in questo caso essa è funzionale al raggiungimento di una prestazione, come affrontare un esame o un determinata prestazione professionale.

Ansia patologica

L’ansia diventa patologica, quindi un disturbo, quando la reazione d’allarme adattativa/valutativa dell’organismo rimane costantemente attivata. Avviene così un mantenimento della durata, della pervasività e della intensità della risposta di allarme dell’organismo. Tale caratteristica di eccessività va ad interferire con il normale svolgimento dell’attività quotidiana in quanto la reazione del sistema fisiologico e psicologico è sempre in stato di allerta.

L’ansia patologica può manifestarsi come un sensazione psichica ossia come un sentimento penoso di attesa  o la reazione emozionale si rilascia a livello fisico provocando disturbi organici o funzionali del corpo. In quest’ultimo caso stiamo parlando dei disturbi psicosomatici.

L’ansia quando è patologica compromette i seguenti processi:

  • emotivo
  • affettivo
  • cognitivo

Le tipologie dei disturbi d’ansia

I disturbi d’ansia possono essere suddivisi nelle seguenti esperienze:

 

 

 

Riferimenti bibliografici:
Reda G.C., (1982) Trattato di psichiatria, USES Edizioni Scientifiche, Firenze
Borgna E. (2015) Le figure dell’ansia, Feltrinelli Editore, Milano
Castrogiovanni P., Goracci A., Bossini L., (2003) Le diverse espressioni dell’ansia e della paura per iniziare a comprendere il mondo di coloro che soffrono di disturbi dell’ansia, SEE Editrice, Firenze
Della Seta L.,(2005), Debellare il senso di colpa. Contro l’ansia, contro la sofferenza psichica, Marsilio Editori, Venezia
Lia L., Serretti A., (2014), Psichiatria per Professioni Sanitarie. Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie ; AlmaDL Alma Mater Studiorum Università di Bologna

 

Error: View 05cb090mkf may not exist

Ansia: da fisiologica a patologica
Torna su