Ilaria Rossi - Psicologa psicoterapeuta

Smettere di fumare con l’EMDR

L’abitudine a fumare è un comportamento di dipendenza appresa e si mantiene in quanto è associato ad un particolare sensazione provata in un’esperienza personale.Smettere di fumare con il trattamento EMDR – Eye Movement Desensitization and Reprocessing

– Desensibilizzazione e elaborazione delle informazioni attraverso il movimento degli occhi creato dalla Dott.ssa Ph. D. Francine Shapiro.

L’abitudine a fumare è un comportamento di dipendenza appresa e si mantiene in quanto è associato ad un particolare sensazione provata in un’esperienza personale.
Alla base di tale comportamento la persona ha due obiettivi di sopravvivenza, evitare il dolore e ricercare il piacere.
La ricerca di sensazioni, soprattutto piacevoli, che rappresentano emozioni e/o bisogni associati, riguardano i primi periodi del fumare, come ad esempio sentirsi “forte e accettato dal gruppo degli amici”; questa sensazione si collega al comportamento per esempio di “fumare in gruppo”.
Quindi la persona ricerca la sensazione di piacevolezza e non il comportamento in sé. Purtroppo, il comportamento associato si trasforma in un comportamento compulsivo.
Così si andrà a lavorare con il metodo EMDR integrando il Feeling State Addiction Protocol (R. Miller) che lavora sulla desensibilizzazione e elaborazione della sensazione positiva legata al comportamento incontrollabile per togliere l’appetibilità.

Su cosa si basa l’EMDR per il trattamento della dipendenza dal fumo di sigaretta?

Si identificano i primi ricordi a cui la specifica sensazione di piacevolezza era stata associata insieme al comportamento di dipendenza. A titolo di esempio come il sentirsi forte, far gruppo, non pensare a nulla, ecc.

Si desensibilizzano le sensazioni/emozioni associate al comportamento attraverso precisi movimenti oculari; infatti si chiede alla persona di visualizzare la sensazione con il comportamento ed in quale punto del corpo sente la sensazione e si inizia l’elaborazione. L’elaborazione, attraverso il movimento oculare, avviene fino alla modifica le sensazioni/emozioni, anche a livello corporeo, che sottendono la dipendenza (sentirsi forte, sentirsi sicuro) permettendo così di depotenziare la sensazione e di scollegare il comportamento incontrollabile.

Si installa una cognizione e emozione positiva di sé. Le emozioni e le cognizioni positive su di sé emerse durante il trattamento EMDR saranno installate.

Perché risulta efficace l’utilizzo dell’EMDR nello smettere o nel ridurre il comportamento del fumo di sigaretta?

Primo, in quanto consente di riattivare la capacità di autoregolazione e costruzione dell’immagine di sé equilibrando  le emozioni e l’impulsività; questo avviene attraverso il processo di Desensibilizzazione delle prime esperienze che hanno comportato un danno al fumatore e di una Rielaborazione del ricordo integrandole con l’esperienza per diminuire o smettere il comportamento compulsivo. Le compulsioni sono comportamenti ripetitivi mirati a contrastare l’ossessività e l’ansia conseguenti a questa lotta incessante.

Questo trattamento avviene attraverso i movimenti oculari che vengono evocati dallo psicoterapeuta in cui il paziente è sveglio e partecipe.

Secondo, in funzione del minor tempo impiegato nel raggiungere l’obiettivo rispetto ai protocolli o a interventi standard e soprattutto elimina l’aspetto compulsivo, irrefrenabile del comportamento.

 

 

Foto di Peggy und Marco Lachmann-Anke da Pixabay

 

Smettere di fumare con l’EMDR
Torna su